Mola di Bari Tv

La Web Tv - Eventi - Cutura - Storia

cerca un video

Eventi

Il download delle foto e video in questo sito è gratuito. Se si desidera utilizzarli per un sito/blog si è pregati di citare la fonte. Per la pubblicità su questo sito: 347 5403004.

MNB: si va ad Ostuni, nella tana degli ex. Gachette: "Possiamo mettere in difficoltà qualunque avversario, credendo l'uno nell'altro e giocando con intensità elevata"

Pin It

Il campionato della MNB2012 è partito Domenica 4 Novembre: prima vittoria meritata, cercata, prima partita in cui abbiamo visto un gruppo non lasciarsi scalfire dalle avversità durante la gara, in grado di ribaltare una partenza difficile ed esplodere negli ultimi due quarti, segnando 51 punti e concedentone 27 ad un avversario complicato come Castellaneta. E' da questa prima pietra che sarà necessario ripartire, per continuare un discorso tecnico-tattico intravisto in parte nelle prime giornate e finalmente a regime nella sfida agli ionici. La velocità, il ritmo elevato che manda fuori giri gli avversari, il nostro asso nella manica, la carta da giocarci sui parquet di Puglia, perchè un roster con un motore così giovane deve per forza di cose rombare e mettersi alle spalle gli altri team, per compensare le scottature sul piano dell'esperienza. Esperienza e classe a contorno, di cui il prossimo aversario, OStuni, è zeppo, infarcito come è di giocatori di nostra conoscenza, per aver militato fino a poche mesi fa nella MNB. Manchisi, Teofilo e Leo, non han bisogno di presentazioni, tre giocatori che sanno fare la differenza e possono essere letali in qualiasi momento della gara. Da rimarcare l'ultimo score del pivot di Francavilla che ad Altamura nella seconda parte di gara ha preso per mano i suoi e con 26 punti, 7 rimbalzi, 10 falli subiti ha dato una spallata decisiva alle velleità di una sempre tonica Libertas Altamura. Kadzevicius e Walker i volti nuovi, che completano assieme a Caloia una corazzata che potrà senza dubbio alcuno giocarsi le prime posizioni di questo torneo. Esperienza che risiede anche tra le mani del nostro Zach Gachette, protagonista assoluto della sfida contro la Rospetto, 31 punti e 7 rimbalzi, che ci ha raccontato di questo cammino complesso verso la prima affermazione in campionato.

"Abbiamo passato le ultime due settimane a cercare la nostra identità di squadra - esordisce così il 28 enne inglese - che è ciò che ti aspetteresti dopo aver subito una serie di sconfitte. Siamo una squadra molto giovane e si trattava di trovare il nostro stile di gioco e di come ottenere risultati come roster. La partita contro Castellaneta è stata una combinazione di eccellente coaching, e attitudine dei giocatori a rimanere concentrati. Ci siamo comportati alla grande per quaranta minuti, cosa che avevamo faticato finora a fare."
Poi si sofferma sul proprio personale ambientamento dopo tanti anni passati a giocare nelal prima divisione inglese:

"Personalmente ho trascorso le ultime due settimane a comprendere meglio il mio ruolo, quello di uno dei giocatori più anziani e più esperti della squadra, e provare ad essere un leader che aiuti a spinga il team durante la competizione. Ho avuto una buona prestazione, ma questo è stato il risultato di un gruppo che giocava da squadra. Abbiamo trovato il nostro stile di gioco riuscendo spesso anche a dare spettacolo, che è qualcosa che io, i compagni di squadra e il coach abbiamo discusso, provato e riprovato a implementare durante tutto questo tempo. Detto questo, in qualsiasi prossima partita potrebbe essere chiunque dei miei compagni a fare un ulteriore passo avanti e avere un grande impatto sul match come è successo a me domenica scorsa. E' coì che dovrebbe andare, è la parte migliore del basket e dell'essere squadra.
Personalmente sono molto gasato per il nostro prossimo incontro, abbiamo costruito una bella prestazione ed è un buon momento che possiamo portare avanti nella trasferta di Ostuni. Non conosco molto delle squadre del nostro campionato, ma sappiamo che come team giovane ogni partita potrà essere una buona prova e un'opportunità per mostrare la nostra crescita, la nostra voglia di far bene e quanto possiamo essere efficace e competitivi in questo campionato."
Infine anche un riferimento alle difficoltà accusate nel cambio di gioco, tra Inghilterra ed Italia:"Lo stile di gioco qui in Italia è molto diverso da quello a cui sono abituato, quindi questo ha richiesto un po 'di tempo per adattarmi, mentre dovevo anche abbracciare il ruolo di leader, da giocatore esperto con un gruppo di compagni molto più giovani. Tuttavia, ora che abbiamo raggiunto uno stile di gioco e definito i nostri ruoli all'interno del roster, non c'è motivo per cui non possiamo esibire un altro spettacolo come quello visto Domenica. Noi, come squadra, abbiamo solo bisogno di credere l'uno nell'altro e nelle nostre capacità, e questo è ciò che ci ha aiutato a combattere per quaranta minuti e a trovare una vittoria meritata contro Castellaneta. Come squadra giovane dobbiamo giocare sempre con un'intensità alta, altissima, per mettere in grande difficioltà gli avversari, ed è quello che ci aspettiamo di vedere per il resto della stagione."

Donatello Biancofiore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca

.

3798799
Oggi
Ieri
Q. Settimana
S. Settimana
Q. Mese
S. Mese
Tutti i Giorni
3387
3951
39571
3684654
134873
162183
3798799

Your IP: 54.146.195.24
2018-11-17 22:31