cerca un video

Eventi

Mola New Basket 2012

MNB, si va a casa del Monteroni, ancora senza vittorie. Il GM Gallo:“Dobbiamo ritrovarci a livello difensivo”

Prime tre gare altrettanti successi, poi due stop di fila, quale è la vera Geofarma, quella solida e imponente vista a Ceglie o quella scesa sul parquet nell’ultima sfida del Pala Pinto contro il Cus Ionico Taranto?  In queste due sconfitte, un fattore è stata la difesa, anzi meglio, la mancanza di difesa, per un roster che nelle prime due sfide probanti ha incassato 132 punti  e nelle due successive ben 201! Non è di certo una questione di spessore dell’avversario, nelle prime due gare di fronte c’erano Ceglie e Lecce, ma di approccio, concentrazione, tranquillità e ingranaggi. Domenica si riparte da una trasferta storicamente ostica, si va a Monteroni a casa di una squadra che fin qui non ha ancora avuto modo di gioire per i due punti, questo non vuol assolutamente dire che possa essere una gara facile, anzi tutt’altro. Solo nell’ultima sfida giocata i ragazzi di coach Argentieri hanno dichiarato resa con un parziale superiore ai 20 punti di disavanzo (95-68), ma un dato emerge evidente almeno per 30 minuti, in tutte le gare il Quarta Caffè è rimasto in partita, anzi ha comandato nel punteggio con qualsiasi avversario, compreso Corato (subito ultimo parziale 27-5).

Cominciati due tornei su tre che vedono impegnate le compagini giovanili della MNB 2012.

Esordio assoluto stagionale di tutti i roster per l'Under 18 Eccellenza, che ha disputato due incontri, con New Basket Brindisi e Cus Bari. Sconfitta in entrambe le gare, 74-55 con l'Happy Casa e 65-82 interno con i cussini. Antonio Alba su questo approccio alle competizioni: "Le prime gare ci hanno lasciato tanti spunti interessanti per migliorare il lavoro in palestra. I ragazzi sanno che la strada è lunga per poter competere alla pari in questo campionato e ognuno di loro sta dando il massimo per migliorare giorno dopo giorno".
Questo pomeriggio terza sfida del girone in esterna contro l'Aurora Brindisi, finora una vittoria e uno stop, palla a due fissata per le 17.45.

Mola senza mordente, con Taranto arriva il primo stop interno

Secondo stop consecutivo per la Geofarma, primo interno. Taranto esce corsara dal Pala Pinto con il risultato di 99-93 al termine di una gara che i padroni di casa han giocato in maniera svogliata, con poca concentrazione. Non funziona l'approccio difensivo individuale, gli ionici siglano 15 triple con il 54% di realizzazione, vincono la sfida a livello mentale nell'ultimo quarto quando diventa decisiva l'attenzione e la freddezza, componenti questa sera latitanti nel roster del Presidente Losito. Non è arrivato il tempo dei drammi come non era giunto quello delle proclamazioni dopo tre vittorie di fila, da martedì nuovamente in palestra per guardarsi negli occhi, parlarsi e tornare a lavorare sodo per provare ad invertire subito questa tendenza negativa.

Al Pala Pinto arriva Taranto. Coach Alba:”Ottimo lavoro in settimana, stiam bene con noi stessi e pronti alla sfida col Cus”

Archiviato il primo stop stagionale, la Geofarma si è rimessa al lavoro conscia delle proprie grandi potenzialità. Gli intoppi nel percorso sono una componente che oseremmo riconoscere come fisiologica, l’essenziale è accoglierli come momenti di crescita, come punti chiave di un nuovo step da raggiungere. La gara della Città del Mito ci ha mostrato un roster mai come in passato recente fragile nel mantenimento dell’attenzione, ma allo stesso tempo caparbio e mai domo nel rientrare più volte in gara dopo aver subito il parziale negativo da Castellaneta. Ora testa alla sfida col Cus Jonico, per il ritorno al Pala Pinto, gara delicata per dimostrare di aver subito metabolizzato il passo falso ionico. I cussini dopo aver vinto bene le prime due gare di campionato con Martina e Monteroni, hanno trovato semaforo rosso contro Ruvo e nella gara interna del Pala Fiom contro Altamura (76-92) nonostante le ottime prove del lungo spagnolo Fernandez (26 punti) e del riconfermato Viccari (29).

MNB nella tana del Castellaneta. Endzels: "Andiamo lì per centrare il poker"

Senza inciampi finora  il cammino della Geofarma, tre partite altrettante vittorie con OStuni, Ceglie e Lecce, per una vetta della classifica in coabitazione con Monopoli e Francavilla. Il calendario per la prossima gara dice esterna a casa del Castellaneta, trasferta per tradizione ostica in quel PalaTifo difficilmente espugnabile, autentico fortino dei colori biancorossi. Questi primi 120' minuti di gioco di C Silver hanno decretato un sostanziale equilibrio di forze, al momento pare non ci sia una autentica schiacciasassi come potevano essere Cerignola e Nardò della passata stagione, ma non esistono nemmeno squadre materasso, ogni gara deve essere approcciata al massimo delle proprie forze, tecniche, atletiche e soprattutto mentali, pena cattive sorprese. La partita con la Lupa Lecce ha evidenziato una Geofarma non sempre al meglio di se stessa, una squadra che pareva troppo convinta dei propri mezzi per spingere sull'acceleratore, forma mentis errata che ha probabilmente facilitato il rientro in partita di un gruppo caparbio ed esperto come quello guidato da coach Tonino Bray.

Cerca

.

3571719
Oggi
Ieri
Q. Settimana
S. Settimana
Q. Mese
S. Mese
Tutti i Giorni
113
7524
28798
3521707
69976
71700
3571719

Your IP: 54.166.207.223
2018-10-19 00:42