cerca un video

Eventi

Storia

Via Savonarola

Pin It

Questa strada è dedicata a un celebre predicatore domenicano e fustigatore dei tiranni, morì sul rogo a Firenze.

STORIA

Girolamo Savonarola nacque a Firenze nel 1452. Studiò medicina , ma si dedicò anche alla filosofia. Verso i 20 anni scrisse due componimenti dedicati alla corruzione della società e della chiesa e nel 1475 lasciò la casa paterna per andare a Bologna dove chiese di essere ammesso nell'ordine domenicano .
Tornò a Ferrara per studiare teologia e nel 1482 andò a Firenze ove prese dimora nel Convento di S. Marco .

Superate  alcune difficoltà , Savonarola divenne un ottimo predicatore, condannava l'atteggiamento della Chiesa , ne chiedeva la condanna per i suoi peccati e ne auspicava una radicale riforma.

Nel 1492 profetizzò l'arrivo di un nuovo Cristo che sarebbe disceso per compiere la sua vendetta divina.

Nel 1494 il re di Francia Carlo VIII invase davvero l'Italia , però non era disposto a impegnarsi nella riforma del frate .

Con la discesa di Carlo VIII ci fu la fine del regime di Piero de' Medici, Firenze adottò un regime politico simile al modello veneziano con lo scopo di creare un equilibrio tra consigli allargati e consigli ristretti.
Savonarola lanciò una vigorosa campagna per la moralizzazione della vita cittadina. Libri e stampe e abbigliamenti femminili sconvenienti furono chiamati bruciamenti della vanità.
Si perseguirono bestemmiatori e giocatori si proibì l'usura. Ad appoggiare il frate erano i piagnoni, a osteggiarlo i compagnacci , gli estremisti e i bigi.

Le continue condanne alla Chiesa di corruzione, spinsero Papa Alessandro VI a convocare Savonarola in curia, ma egli si rifiutò di andare e si oppose anche all'ordine di interrompere le prediche.

Nel 1497 fu scomunicato per eresia ma le autorità fiorentine continuarono a proteggerlo fin quando Papa Alessandro VI non minacciò nel febbraio 1498 di colpire la città.

Nel marzo un frate sfidò Savonarola alla prova del fuoco ma a causa della pioggia la prova fu sospesa.

Della prova mancata approfittarono gli arrabbiati che assaltarono il convento di S. Marco ,difeso dai suoi , dopo uno scontro sanguinoso il frate si consegnò alle autorità cittadine.
Si organizzò in fretta un processo , anche su pressione della chiesa ,ove Savonarola che fu torturato , venne condannato al rogo per eresia e impostura assieme a due confratelli fedelissimi .

La sentenza venne eseguita il 23 maggio 1498 in piazza della Signoria.

 

CLICCA QUI per la fotogallery

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca

1372195
Oggi
Ieri
Q. Settimana
S. Settimana
Q. Mese
S. Mese
Tutti i Giorni
1111
8659
44402
1268709
163495
167814
1372195

Your IP: 54.224.49.217
2017-09-22 04:38

Copyright © 2017. Moladibaritv

Testata Giornalistica " Vita Nuova"

Registrazione Tribunale n.1357 del 26.2.1998

Sede: Via G.B.Vico,24 70042 Mola di Bari | P.Iva 93393240721

SiteLock