in ,

11 ingredienti per fertilizzare le piante

Come le persone, anche le piante hanno bisogno di nutrienti essenziali per crescere e stare bene. Questi elementi sono chiamati fertilizzanti.

Sono principalmente tre: azoto, fosforo e potassio. I loro simboli sono rispettivamente N, P e K. Il ruolo dell’azoto è quello di promuovere la crescita. Fosforo e potassio contribuiscono alla fioritura, alla fruttificazione e alla resistenza alle malattie. Secondo la Fondazione Lamap, non è consigliabile somministrare questi elementi direttamente alle piante, ma è necessario fornire loro fertilizzanti ricchi di questi elementi. Ecco 11 ingredienti che potete usare per fertilizzare le vostre piante.

Fondi di caffè

Molte persone si chiedono dove trovare gli ingredienti necessari per la coltivazione delle piante quando non vogliono ricorrere a prodotti di produzione industriale. Tuttavia, tutto ciò di cui hanno bisogno si trova nella loro cucina. Per esempio, i fondi di caffè sono un ingrediente essenziale per stimolare la crescita delle piante.

E non c’è bisogno di combinarlo con nient’altro. Per chi non lo sapesse, i fondi di caffè sono ricchi degli elementi fertilizzanti azoto, potassio e fosforo. Con un valore di pH inferiore a 7, è consigliato per le piante che amano gli acidi, come i pomodori e le ortensie.

Per utilizzarlo, basta spargerlo direttamente sulle piante o mescolarlo al terreno. Può essere utilizzato anche come attivatore di compost. Tuttavia, i fondi di caffè vanno usati con parsimonia.

Guscio d’uovo in polvere

I gusci d’uovo hanno anche un effetto incredibile sulle piante. È molto ricco di minerali. Questo lo rende un ottimo fertilizzante organico per le piante. Per utilizzarlo, è sufficiente schiacciare tutti i gusci d’uovo che si hanno a disposizione. Utilizzate un mortaio o una pietra da frantumazione, se li avete. Naturalmente, prima è necessario farli asciugare un po’. Versate quindi una piccola quantità ai piedi delle piante.

Si può anche mettere in infusione la polvere direttamente nell’acqua. In questo modo il concime verrà incorporato meglio nel terreno. Si noti inoltre che la polvere di guscio d’uovo è efficace per tenere lontani i parassiti delle piante e i gasteropodi dannosi. Si usa anche per ridurre l’acidità del compost.

Bucce d’arancia

L’altro ingrediente organico che potete usare per fertilizzare il terreno delle vostre piante è la buccia degli agrumi. Tuttavia, va notato che la buccia di agrumi più comunemente utilizzata è quella delle arance. Questo perché è particolarmente ricco di calcio, potassio, magnesio e azoto. Questi nutrienti sono importanti per ottimizzare lo sviluppo delle piante.

Per utilizzarlo, basta tagliare finemente le bucce d’arancia e interrarle nel terreno delle piante con una forchetta o un artiglio da giardino. Si consiglia poi di annaffiare regolarmente il terreno per favorire il rilascio dei composti fertilizzanti contenuti nelle bucce. Per una maggiore efficacia, alcuni specialisti consigliano di essiccare le bucce d’arancia. Si devono poi frantumare per ottenere una polvere che può essere utilizzata come i gusci d’uovo.

Buccia di banana

Dopo questa operazione non vi libererete più delle bucce di banana. La buccia di banana è un ingrediente molto efficace per arricchire le piante. Ha un buon contenuto di azoto, potassio e fosforo.

Se usato come compost, favorisce fortemente la fruttificazione e la fioritura delle piante. Inoltre, arricchisce il terreno di magnesio, un composto che favorisce la resistenza delle colture alle malattie. Per quanto riguarda l’uso, si consiglia di ridurre le bucce di banana in piccoli pezzi e di metterle in un secchio pieno d’acqua. Lasciate fermentare per qualche giorno, quindi filtrate e annaffiate il vostro terreno. Questa soluzione ricca di sostanze nutritive è molto utile per la radicazione delle piante.

Bucce di cipolla

Anche le bucce delle cipolle o degli scalogni sono una buona fonte di nutrimento per le piante. È bene tenere le piante in uno spazio ben ventilato e ben illuminato, ma fornire loro sostanze nutritive è ancora meglio.

Potete utilizzare le bucce di cipolla della vostra cucina come fertilizzante per le vostre colture. Con l’acqua, una bottiglia di plastica e un colino, si può preparare un fertilizzante naturale.

Il procedimento per utilizzarle è lo stesso delle bucce di banana o di arancia. Si può anche fare il compostaggio. Mescolate con altri detriti, il risultato delle bucce di cipolla sarà semplicemente incredibile.

Acqua di cottura allo stato freddo

L’acqua di cottura è anche un potente ingrediente per fertilizzare il terreno. Infatti, l’acqua di cottura delle verdure o della carne, delle uova, del pollo e del pesce è in grado di fornire alle piante tutto ciò di cui hanno bisogno per crescere bene.

Il cibo che cucinate contiene elementi importanti, necessari per il benessere delle piante. Durante la cottura, questi alimenti rilasciano tutte queste sostanze fertilizzanti. Quindi, se siete alla ricerca di un ingrediente potente per accelerare lo sviluppo delle vostre piante, avete la soluzione a portata di mano. D’ora in poi, non versate inutilmente l’acqua di cottura. Lasciate raffreddare e poi versate sul fondo delle piante.

Acqua dell’acquario

Se avete un acquario in casa, non dovrete più preoccuparvi di come fertilizzare le vostre piante. I pesci sono ottimi produttori di fertilizzanti naturali. Rilasciano nel loro habitat sostanze come l’azoto, importanti per la crescita delle piante.

Se desiderate fertilizzare le piante, potete semplicemente annaffiarle con l’acqua dell’acquario. A differenza degli altri ingredienti, questo è efficace con tutti i tipi di piante.

Legno di frassino

La cenere di legna è un’ottima fonte di elementi essenziali per la crescita delle piante. Contiene una buona quantità di azoto e potassio. Questo lo rende un ottimo fertilizzante per le piante.

Per utilizzarlo come fertilizzante, è più utile spargerlo intorno alle piante. In un giardino, in un orto o in un vaso di piante, questo metodo funziona particolarmente bene.

Bustine di tè usate

Se siete amanti del tè, non dovreste mai buttare via i residui rimasti nella bustina dopo l’uso. Gli scarti delle bustine di tè o delle foglie di tisana hanno un effetto incredibile sulla pianta.

Semplice e facile da usare, basta strappare la bustina dopo aver preparato il tè per recuperarne il contenuto. Quindi spargetelo sul terreno della vostra pianta e innaffiate. In questo modo le piante potranno assorbire tutti i nutrienti contenuti nei detriti.

Nitrato di potassio e fosfato di potassio

Conosciuto anche come nitrato di potassio, è un fertilizzante composto. Serve a fornire azoto e potassio alle piante. A differenza degli ingredienti sopra citati, il nitrato di potassio è disponibile presso i fornitori di giardinaggio e i siti di e-commerce.

Per utilizzarlo, è necessario metterlo in acqua e poi innaffiare le piante. Anche il fosfato di potassio è un fertilizzante secondario. Arricchisce la pianta di fosforo e potassio. È un buon antiossidante e un eccellente regolatore di acidità. È venduto online e anche nei negozi di giardinaggio.

Potassio

Conosciuto anche come idrossido di potassio, il potassio è un ottimo fertilizzante per le piante. L’idrossido di potassio è molto efficace nel ridurre l’acidità del suolo. Tuttavia, è necessario non farne un uso eccessivo. La saturazione può portare a una scarsa crescita delle piante.

Per utilizzarlo per fertilizzare il terreno, è necessario diluire una piccola quantità di potassio commerciale con acqua. Con un pennello, spennellare il terreno con la miscela. Fare attenzione a non maneggiare la potassa con le mani, perché può attaccare il tessuto cutaneo. È quindi importante avere un equipaggiamento protettivo prima di utilizzarlo. Tuttavia, se si dispone di potassa da cucina, è possibile utilizzarla senza problemi.

In breve, esistono diversi modi per concimare le piante senza utilizzare prodotti chimici. In cucina si trovano ingredienti che, per la loro composizione, sono potenti fertilizzanti per le piante. L’unico inconveniente è che sono ideali solo per piccole aree. Quando si tratta di grandi aree, è necessario utilizzare molte risorse.

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie