in ,

3 consigli per il lavaggio e la manutenzione delle mutandine mestruali

Per utilizzare a lungo le mutandine mestruali, è necessario lavarle e curarle adeguatamente. Tuttavia, questo non viene fatto in alcun modo.

È necessario rispettare le regole dell’igiene e seguire alcuni passaggi. Ecco alcuni consigli su come curare e lavare i vestiti!

1. Iniziare sciacquando le mutandine

Per lavare e curare le mutandine mestruali, la prima cosa da fare è sciacquarle. Infatti, questa prima operazione permette di rimuovere le macchie di sangue che contiene. A tal fine, mettere il panno in una bacinella di acqua fredda e attendere 15 minuti. Una volta immerso nell’acqua, strizzarlo manualmente.

Ripetere l’operazione 2 o 3 volte in modo da far scomparire tutte le impurità. Quando vedete che l’acqua inizia a scorrere limpida, passate alla fase successiva. Se si indossano le mutandine mestruali per le perdite di urina o le perdite bianche, non è necessario risciacquarle. Si possono lavare direttamente.

2. Lavare la biancheria intima

Dopo aver sciacquato gli indumenti, è necessario lavarli. Ci sono due modi per farlo: usare il detersivo o lavare in lavatrice.

Utilizzo del detergente

Un modo per lavare le mutandine è usare un detersivo per bucato mestruale. Questo metodo, sebbene richieda più tempo, ha un grande vantaggio. Questo perché la cura del bucato con il detersivo ne prolunga la durata. Inoltre, conserva la sua capacità di assorbimento per molti anni.

Per rendere morbide le mutandine mestruali, non è necessario acquistare i prodotti chimici che si trovano in commercio. Basta usare l’aceto bianco. L’aceto bianco ha proprietà anticalcare che gli permettono di neutralizzare i cattivi odori. Inoltre, combatte la ruvidità dei panni dopo il lavaggio.

Lavaggio in lavatrice

Il secondo metodo è il lavaggio in lavatrice. Questo metodo è più rapido e rimuove completamente le macchie rimaste sui pantaloni dopo il risciacquo. Inoltre, uccide i batteri. Tuttavia, si consiglia di lavare a bassa temperatura (circa 30-40°C). In questo modo si evitano danni alla biancheria.

3. Asciugare le mutande

Una volta terminato il lavaggio delle mutandine mestruali, è necessario asciugarle. Per evitare che il tessuto si danneggi, è necessario asciugarlo all’aria aperta. Non si deve usare l’asciugatrice, perché emette molto calore. Questo potrebbe ridurre la durata dei materiali che compongono l’area assorbente delle mutandine. Pertanto, è necessario stendere il bucato in piano in una zona asciutta e ben ventilata.

Inoltre, non è consigliabile stirare i vestiti. L’asciugatura all’aria è più che sufficiente per mantenerlo utile. Tuttavia, se decidete di stirare, abbassate la temperatura del ferro. La temperatura deve essere la più bassa possibile. Inoltre, mettete un asciugamano tra le mutandine e il ferro da stiro, in modo che le mutandine non si brucino.

Quale sito visitare per acquistare online mutandine mestruali francesi di qualità?

Come abbiamo appena detto, esistono diversi modi per lavare e mantenere le mutandine mestruali, come sciacquarle, lavarle e asciugarle. Se siete interessati a questo concetto e volete fare il grande passo e realizzare il vostro desiderio di acquistare mutandine made in Italia, potete visitare le piattaforme online specializzate in questo settore per raccogliere maggiori informazioni sull’argomento e ottenere tutte le risposte alle vostre domande.

Infatti, come abbiamo spiegato nella sezione precedente, potrete acquistare mutandine in cotone biologico al 100%. Inoltre, possono essere conservati a lungo, tra i 5 e i 6 anni. Questo è un vantaggio significativo dal punto di vista economico, poiché non sono usa e getta. Hanno anche un forte vantaggio ecologico.

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie