in , ,

4 consigli per lavare un assorbente igienico lavabile

L’assorbente lavabile è una soluzione ecologica e confortevole per le donne durante le mestruazioni. È adottato dalla maggior parte delle donne, soprattutto per la sua riutilizzabilità.

Tuttavia, molti di questi utenti non sanno come lavare correttamente questo articolo. Se siete tra questi, date un’occhiata a questi 4 consigli per la cura di un assorbente lavabile.

Scegliete prodotti di lavaggio naturali e biologici

Gli assorbenti igienici lavabili sono destinati al contatto diretto con il corpo, in particolare con l’area privata. Questa è l’area più irritabile. Pertanto, è necessario scegliere soluzioni di lavaggio adeguate per l’assorbente. I prodotti più consigliati sono quelli naturali e biologici. Evitare l’uso di prodotti ammorbidenti o sbiancanti.

Per rimuovere le macchie di sangue dall’assorbente lavabile, si può scegliere il carbonato di sodio. Il carbonato di sodio è molto efficace al posto della candeggina o dei prodotti a base di cloro. Anche soluzioni come l’aceto bianco o il tea tree oil sono efficaci per migliorare l’assorbenza degli assorbenti igienici. Inoltre, non contengono sostanze chimiche.

Prelavaggio: una fase importante prima del lavaggio

Il prelavaggio rimuove le macchie di sangue prima di lavare l’assorbente. Si sciacqua delicatamente l’asciugamano con le mani e poi lo si strofina senza usare la spazzola, ma utilizzando un sapone biologico. Lasciare quindi l’asciugamano in ammollo per almeno mezz’ora.

È importante ricordare che lo scopo di questa fase è quello di rimuovere le macchie di sangue. È quindi preferibile immergersi con acqua fredda, poiché l’acqua calda di solito trattiene le macchie di sangue durante il lavaggio. Una volta completata questa fase di prelavaggio, si può procedere al lavaggio dell’assorbente.

Lavare l’assorbente a mano o in lavatrice

È possibile scegliere tra il lavaggio a mano e quello in lavatrice. Tutto dipende dalla cura che si presta.

Lavaggio a mano

Questa prima opzione vi permetterà di rimuovere efficacemente le macchie. È necessario insaponare gli asciugamani e strofinarli correttamente. In questo modo si garantisce la rimozione di tutte le macchie. Tuttavia, se le macchie non vengono via, dovrete lavarli di nuovo tutte le volte che sarà necessario. In alternativa, se le macchie persistono, si può usare il soda da bucato (carbonato di sodio).

Lavaggio in lavatrice

Anche il lavaggio in lavatrice è efficace. Se avete lavato in anticipo l’asciugamano, non dovete preoccuparvi che macchi gli altri indumenti o viceversa. In questo modo è possibile lavarli contemporaneamente. Tuttavia, per un lavaggio efficace è necessaria una temperatura massima di 40ºC. Al di sopra di questa temperatura, si rischia di danneggiare la membrana impermeabile dell’asciugamano e, di conseguenza, la sua durata.

Dopo aver lavato il tappetino, asciugarlo

Forse non lo sapete, ma anche l’asciugatura è una parte importante del processo di lavaggio dell’assorbente. Non deve essere asciugato come un qualsiasi altro panno. A tal fine, è necessario mettere l’assorbente all’aria aperta o, in mancanza, al sole. L’asciugatura all’aria è una soluzione perfetta, delicata ed ecologica.

D’altra parte, anche se si tratta di una soluzione rapida, è meglio evitare di usare l’asciugatrice. Il tessuto impermeabile dell’assorbente è sensibile al calore. Se si asciuga con l’asciugatrice, si può danneggiare il tessuto. Se il tessuto è danneggiato, l’assorbente lavabile non sarà più in grado di svolgere la sua funzione di ritenzione del sangue.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie