in ,

4 consigli utili per lavare un piumino che non entra in lavatrice

Il piumino è un elemento essenziale per dormire bene. Con l’uso, può accumulare polvere, sporco e batteri. È quindi importante lavarlo correttamente per farlo durare nel tempo.

Tuttavia, alcune lenzuola non possono essere lavate in lavatrice per diversi motivi. Ecco 4 consigli utili per lavare un piumino che non entra in lavatrice.

Lavare il piumone a casa nella vasca da bagno

Se il piumino non entra in lavatrice, un’alternativa è lavarlo a mano a casa. A tal fine, occorre innanzitutto leggere le istruzioni del piumino per verificare se può essere lavato a mano. Se è così, non c’è nulla di male a usare un detersivo per lavare il materiale per dormire. È inoltre molto importante ricucire i buchi della biancheria lavabile per evitare che si riempia durante il lavaggio.

Una volta completati questi passaggi, si può procedere al lavaggio vero e proprio. Per farlo, è necessario riempire d’acqua una vasca da bagno. Versate quindi nella vasca un detergente delicato, ad esempio quello per il bucato. Immergere il piumino nella miscela e lasciarlo in ammollo per almeno un’ora. Strofinate il piumone, soprattutto le parti macchiate e sporche. Infine, sciacquare la biancheria con abbondante acqua. Alcune persone usano il bicarbonato di sodio per lavare il piumone grazie alle sue proprietà. Si può usare prima di sciacquare il piumino con acqua. Durante l’asciugatura, il materiale da letto deve essere steso in piano o sospeso. In questo modo si evita che il ripieno si deteriori. Utilizzando l’asciugatrice, si riduce il tempo di asciugatura del piumino.

Mandare il piumino in tintoria

Il lavaggio a secco è anche un’ottima alternativa per la manutenzione della biancheria da letto non lavabile in lavatrice. Questo metodo è particolarmente indicato per i piumoni di grandi dimensioni, come 240×260. Quando le dimensioni del materiale da letto sono superiori a 200×200, si consiglia il metodo di lavaggio a secco. Questo ha il vantaggio di affidare la lavanderia a un professionista. Questi ultimi sapranno come utilizzare tecniche efficaci per pulire il piumino.

Lo specialista sarà anche in grado di utilizzare i prodotti giusti per lavare questo tipo di biancheria da letto per garantirne la durata. Il lavaggio a secco è un’alternativa molto interessante alle lavatrici, soprattutto per i piumoni che richiedono un lavaggio a secco.

Lavare il piumone in una bacinella di acqua calda

Se la biancheria da letto non può essere lavata in lavatrice, è possibile lavare il piumino in una grande bacinella riempita di acqua calda. In questo modo si pulisce la biancheria da letto con la stessa efficacia della lavatrice. È possibile aggiungere al bacino aceto bianco e bicarbonato di sodio. Questa miscela pulisce a fondo il piumino e ne ripristina il candore.

Alcune persone aggiungono alla bacinella di acqua calda agenti sbiancanti come il succo di limone. Sempre con l’obiettivo di lavare bene il piumino. Dopo aver immerso la biancheria da letto nella miscela, è necessario attendere almeno un’ora. Quindi strofinare e risciacquare con acqua.

Pulizia parziale del piumino

In genere, non è necessariamente l’intero piumone a essere sporco o macchiato. A volte è solo una piccola parte. Se la biancheria da letto non può essere inserita nella macchina per una pulizia completa, è possibile lavare semplicemente la parte macchiata. A tal fine, è sufficiente scuotere l’imbottitura della biancheria da letto. Quindi strofinare con acqua solo l’area macchiata. È possibile utilizzare detersivo, bicarbonato di sodio o candeggina. Infine, sciacquare la biancheria da letto e asciugarla all’aria.

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie