in ,

Bruchi processionari: come eliminarli?

L’arrivo della primavera è spesso accompagnato da un’invasione di bruchi di processionaria. Ecco come liberarsi di questi parassiti.

I bruchi processionari sono un vero e proprio flagello per l’uomo e gli animali. Le loro punture e i peli urticanti possono causare prurito e reazioni allergiche con edema. Dall’attirare le cinciallegre all’uso di un collare Ecotrap, condividiamo i consigli su come sbarazzarsi di questi parassiti.

Bruco processionario, un pericoloso parassita

Il bruco della processionaria del pino è una larva di farfalla. Si riconosce per il colore marrone scuro con macchie rossastre sulla parte superiore e sui fianchi. La parte inferiore è gialla. La testa è nera. Questo insetto è peloso e ricoperto di peli urticanti. Nocivo per il suo ospite, devasta gli alberi che colonizza.

I peli urticanti del bruco sono pericolosi per l’uomo e gli animali domestici. Causano prurito e reazioni allergiche con edema sulle parti del corpo esposte. Possono inoltre causare danni agli occhi e gravi problemi respiratori.

Nei cani, i peli urticanti causano prurito. Leccandosi (per alleviarsi), l’animale può sviluppare una necrosi della lingua. Questo può anche causare uno shock anafilattico che porta alla morte dell’animale.

Come individuare la presenza di bruchi di processionaria?

Non ci sono sorprese quando si tratta di questo parassita. Se c’è un pino (o meno) vicino a casa vostra, tenetelo d’occhio in ogni angolo del vostro giardino. In autunno e in inverno è facile individuare i bozzoli di questi bruchi. Sono facilmente riconoscibili per la loro forma a pera.

Con l’arrivo della primavera, l’ispezione avrà luogo soprattutto in prossimità delle aree di pini, ma anche nelle grandi città .

Attenzione, di fronte a questi insetti dannosi è importante proteggersi. Guanti, stivali, maschere, occhiali… non uscite mai senza il vostro arsenale!

Come eliminare il bruco della processionaria?

Utilizzare una trappola a feromoni

Per limitare la presenza di bruchi di processionaria nel vostro giardino, dovete agire direttamente sulle farfalle utilizzando trappole a feromoni. Posizionate i sacchetti pieni di feromoni in alto sugli alberi. I sacchetti attirano i maschi e riducono gli accoppiamenti. Meno accoppiamenti significa meno deposizione di uova. Più le trappole sono posizionate in alto, più saranno efficaci.

Attirare le cinciallegre

Le cicaline sono un grande alleato nel vostro giardino e vi aiuteranno nella lotta contro i bruchi della processionaria. Questi piccoli uccelli sono ghiotti di larve di bruco della processionaria e non sono sensibili ai loro peli urticanti.

Se volete sbarazzarvi di questi bruchi e allo stesso tempo godere di un canto melodioso nel vostro giardino, provate ad attirare le cinciallegre, soprattutto le cince o le cince azzurre. Cosa si può fare? Installate nel vostro giardino cassette per la nidificazione, abbeveratoi e una mangiatoia. Posizionateli il più vicino possibile ai pini vicino ai bruchi. Fate attenzione a non dare da mangiare alle cinciallegre per evitare che si sazino troppo, con il rischio di non mangiare più i bruchi.

Piantare betulle

La betulla, oltre a essere un albero decorativo, protegge il giardino dai bruchi. I bruchi odiano il forte odore di questo albero. Inoltre, la betulla è molto frondosa e nasconde i pini dai bruchi quando viene piantata nelle vicinanze.

Diffusione del bacillo di Turingia

Il bacillo di Turingia è molto efficace contro i bruchi della processionaria. Questo insetticida biologico al 100% attacca il loro apparato digerente e alla fine li uccide.

Può essere applicato spruzzando il prodotto con uno spruzzatore a lunga gittata o utilizzando una lancia telescopica sull’albero che contiene il nido. Tuttavia, è essenziale utilizzare il prodotto subito dopo l’acquisto. Il bacillo di Turingia ha una durata di conservazione relativamente breve.

Utilizzo di un collare Ecotrap

Il collare Ecotrap è una soluzione affidabile, efficace e naturale. La tecnica consiste nel posizionare un grande sacco intorno all’albero. Quando scendono, i bruchi strisciano nel sacchetto pieno di terra e aghi di pino. I bruchi rimarranno intrappolati e sarà sufficiente bruciarli per eliminarli definitivamente.

Il successo di questo metodo risiede nell’installazione e nella sigillatura. Assicurarsi inoltre di installare il collare in alto per evitare danni.

Distruzione dei nidi

Se i nidi di bruchi di processionaria sono facilmente accessibili, è possibile rimuoverli e distruggerli. Questo può essere fatto bruciandoli. Bruciando i nidi, l’intera colonia viene distrutta.

Naturalmente, prima di distruggere un nido, è importante essere ben equipaggiati. Indossare abiti lunghi e guanti. E non dimenticate di proteggere il viso e gli occhi.

Se i nidi sono difficili da raggiungere, è meglio rivolgersi a un professionista.

Cosa si può fare per prevenire i bruchi della processionaria?

Se sospettate la presenza di bruchi di processionaria nel vostro giardino o se vivete in una zona in cui questi insetti sono presenti, ricordate di prendere le seguenti precauzioni:

  • Lavate accuratamente la frutta e la verdura quando la raccogliete. I peli urticanti dei bruchi rimangono tossici anche dopo la morte dell’insetto. Vengono trasportati dal vento e possono finire su frutta e verdura.
  • Se possibile, asciugate il bucato in casa.
  • Prima di tagliare il prato, ricordatevi di annaffiare l’erba. In questo modo si eviterà che i peli urticanti dei bruchi si diffondano ovunque durante il giardinaggio.
  • Se notate un albero malato, non rimaneteci vicino e non lasciate che i bambini ci giochino intorno. Contattare un professionista per un’ispezione.
  • Se avete dei pini in giardino, controllateli regolarmente. Fate attenzione ai nidi per evitare spiacevoli sorprese.

Cosa fare se si è venuti a contatto con i peli urticanti di un bruco di processionaria?

Prima di affrontare i bruchi della processionaria, è essenziale proteggersi bene. Vestiti lunghi, guanti, protezione per il viso, sciarpa e occhiali sono i requisiti minimi. Se, nonostante ciò, venite a contatto con il parassita, condividiamo con voi questi consigli.

In caso di contatto con la pelle

Togliere tutti gli indumenti con i guanti e lavarli ad altissima temperatura. Quindi lavare il corpo con il sapone, insaponandolo bene. Infine, consultate al più presto un medico che, se necessario, potrà prescrivervi degli antistaminici.

In caso di contatto con gli occhi

Consultare un oculista il prima possibile. L’oculista prescriverà una soluzione anestetica per alleviare l’occhio e pulirlo. Può anche effettuare una diagnosi per adattare il trattamento.

In caso di inalazione

Se avete difficoltà a respirare, è urgente rivolgersi a uno specialista. Quest’ultimo può prescrivere i farmaci appropriati: antistaminici, corticoidi, aerosol, ecc.

In caso di ingestione

Bere un grande bicchiere d’acqua per diluire il più possibile i capelli ingeriti. Allora consultate rapidamente un medico.

 

 

 

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie