in ,

Come coltivare un agrifoglio in vaso? È possibile realizzare il sogno di una terrazza colorata!

Date un tocco di colore al vostro balcone piantando questi graziosi agrifogli.

Vi piace godere di un’abbondanza di fioriture spettacolari durante i mesi estivi? Gli agrifogli sono uno dei fiori decorativi che fioriscono in questa stagione. Non solo sono facili da piantare, ma non richiedono molta manutenzione. In questo articolo scoprirete i nostri consigli per invasare queste rose e ottenere fiori bellissimi.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Loris Capradossi (@lorisbotanica)

Che cos’è un agrifoglio?

Conosciuto anche come Alcea rosea, l’agrifoglio è una pianta perenne della famiglia delle Malvaceae. Si distingue facilmente nelle aiuole per i suoi bellissimi petali bianchi, rosa o viola. Si notano subito anche i suoi lunghi steli, che possono raggiungere un’altezza di 250 cm.

Essendo una rosa molto resistente, questa pianta può sopravvivere anche se esposta a una forte luce solare. I suoi semi si diffondono ovunque e possono crescere anche su terreni difficili (ad esempio sul marciapiede o sulla strada).

Lo sapevate? L’agrifoglio ha proprietà curative. È un efficace antidolorifico. A tal fine, si può preparare una tisana o un alimento crudo con le sue foglie.

Come si pianta correttamente l’agrifoglio?

Come abbiamo detto sopra, questa rosa è facile da piantare. Tuttavia, ci sono alcune regole da tenere in considerazione se si vogliono ottenere risultati eccellenti.

In primo luogo, preparate una miscela di terriccio e fertilizzante organico. Quindi seminare 2 semi nel vaso, lasciando uno spazio di 30 cm per far crescere bene la pianta. Infine, annaffiare leggermente la pianta per evitare che il terreno diventi troppo secco.

Il periodo migliore per la semina è tra marzo e aprile. In questo modo, la prima fioritura avverrà nella primavera o nell’estate successiva.

Buono a sapersi: è possibile raccogliere i semi all’interno della capsula. Conservare bene a temperatura ambiente e al riparo dalla luce.

Consigli per la cura dell’Alcea rosea

Dopo la semina, l’agrifoglio non ha bisogno di cure particolari. Non importa quanto sia buono il terreno, questa pianta fiorirà. Ma se decidete di piantarla in vaso, ecco alcuni consigli per una corretta coltivazione della pianta.

  • Rimuovere i fiori secchi per favorire la ricrescita.
  • Procedere allo stesso modo con gli steli. È necessario tagliarle regolarmente prima dell’arrivo di una nuova stagione. Vedrete che l’anno prossimo i fiori saranno più rigogliosi.
  • In inverno, se vivete in una regione molto fredda, considerate la possibilità di coprire la base della pianta con della pacciamatura.
  • Queste piante tendono a collassare se c’è troppo vento. In questo caso, utilizzate un paletto per sostenerli.

L’agrifoglio è soggetto a malattie?

Purtroppo, come tutte le altre piante, i lecci non sono immuni dagli attacchi di funghi e parassiti. Ruggine e afidi sono i suoi principali nemici. Tuttavia, queste malattie possono essere debellate se trattate in tempo. Diamo una rapida occhiata a come affrontarli.

Afidi

Per capire se la vostra rosa è attaccata dagli afidi, controllate se le foglie diventano stentate e troppo secche. Per ovviare a questo problema, vi consigliamo di acquistare rapidamente dei prodotti anti-afidi presso un centro di giardinaggio. Osservare il periodo di trattamento e la dose indicata.

Ruggine

La ruggine è un problema comune per cereali e viti. Si manifesta con l’imbrunimento delle foglie. Senza un trattamento adeguato, i fiori appassiscono definitivamente. Per evitare che ciò accada, preparate una miscela bordolese e spruzzatela sulla pianta. Questa soluzione è composta da calce e solfato di rame. È un trattamento sia preventivo che curativo.

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie