in ,

Come eliminare i topi in modo naturale?

Quasi tutti, prima o poi, trovano un topo in casa. Ecco come liberarsene in modo naturale e tenerli lontani per sempre per evitare un’infestazione.

Un topo grigio siede su un divano con segni di infestazione da topi, tra cui escrementi e tappezzeria rosicchiata.
La presenza di un topo in casa non è sinonimo di cattiva gestione della casa, ma di ignorare un’infestazione di topi. I topi sono portatori di almeno 27 malattie diverse, tutte pericolose per l’uomo, tra cui la leptospirosi. Oltre ai batteri presenti nei loro escrementi, gli escrementi di topo possono essere fastidiosi per le persone allergiche o asmatiche. I topi possono anche rosicchiare i cavi elettrici, causando cortocircuiti e persino incendi.

Identificare i segni dei topi

Se avete visto un topo in casa vostra, probabilmente ce ne sono altri che non avete ancora visto. I topi amano nascondersi nei muri, dietro i mobili o gli elettrodomestici fino a quando non sanno che la via è libera, di solito di notte mentre si dorme. Ma vedere un topo non è l’unico modo per capire che c’è un problema.

Altri segni di infestazione da topi sono

  • Trovare escrementi che assomigliano a chicchi di riso scuro. (Escrementi più grandi indicano la presenza di ratti).
  • La presenza di involucri di cibo rosicchiati o di buchi nei contenitori di cartone per alimenti sugli scaffali della dispensa.
  • Trovare grandi buchi rosicchiati nella tappezzeria dei mobili o dei materassi.
  • Trovare pezzi di imbottitura in fibra, stracci o trucioli di legno negli angoli di stanze inutilizzate, sotto i lavandini o dietro elettrodomestici e mobili pesanti.
  • Sentire rumori di graffi provenienti dalle pareti.
  • Si trovano fili elettrici rosicchiati o i dispositivi elettronici smettono improvvisamente di funzionare.
  • Vedete il vostro cane o gatto che fissa gli elettrodomestici o cerca di grattarsi dietro i mobili.

Come sono entrati i topi in casa vostra?

Come gli esseri umani, i topi vogliono vivere in un luogo in cui hanno accesso al cibo e all’acqua e in cui possono stare a proprio agio senza paura di essere disturbati. Durante le stagioni fredde o piovose, la vostra casa è molto più attraente per loro che vivere all’esterno. Non devono nemmeno aspettare un invito per entrare: un topo può entrare in casa vostra attraverso una fessura piccola come un centesimo.

Come eliminare i topi in modo naturale

C’è solo un modo per liberarsi dei topi: la trappola. Il tipo di trappola da utilizzare dipende dal fatto che si voglia agire in modo naturale e senza ucciderli o meno.

Trappole non letali

Queste trappole no-kill consentono di “catturare e rilasciare” i topi, ma prima di rilasciarli in natura è necessario allontanarli di almeno un chilometro dalla propria abitazione. Questa operazione può richiedere diversi viaggi se l’infestazione è pesante. L’uso di queste trappole comporta un rischio per la salute, poiché si entra necessariamente in contatto con un topo. Per questo motivo, non sono consigliati in case con animali domestici o bambini.

Stazioni esca

Questo è veleno in un dispenser. Si tratta di una soluzione abbastanza rapida ed economica se avete solo uno o due topi. Ma c’è il rischio che un topo avvelenato si infili nei muri per morire, dove inizierà a puzzare per alcune settimane. Se avete animali domestici, anche loro possono mangiare un topo avvelenato e ammalarsi.

Trappole a molla

Queste trappole a molla vecchio stile sono facili da usare e molto economiche. Si trovano nei negozi di ferramenta. Quasi sempre uccidono i topi all’istante, ma vedere il topo morto può essere inquietante. Poiché la trappola in acciaio si chiude molto rapidamente, queste trappole non sono sicure per le case con animali domestici o bambini piccoli.

Trappole elettriche

Queste trappole a batteria provocano scosse letali ai topi che vi rimangono impigliati. Sono un po’ più costosi, ma sono anche riutilizzabili. A differenza di altri tipi di trappole, non è necessario vedere il topo morto: basta rimuovere la camera monouso e gettarla nella spazzatura. Questo tipo di trappola è sicuro per i bambini e per la maggior parte degli animali domestici. (Potete trovarli su Amazon.*)

Qual è l’esca migliore per le trappole per topi?

Sebbene nei cartoni animati si sia visto usare il formaggio come esca per le trappole per topi, il burro di arachidi è più efficace. I topi ne sentono l’odore a distanza e amano il sapore delle noci. Se non avete il burro di arachidi, provate con le noci o i semi, anche quelli di uccello. Qualunque sia la vostra scelta, indossate dei guanti quando maneggiate l’esca e la trappola. I topi hanno un senso dell’olfatto molto acuto e si allontanano dagli oggetti che l’uomo ha toccato di recente.

Dove posizionare le trappole per topi?

Anche l’esca più efficace non funziona se non si posizionano le trappole nel posto giusto. Naturalmente, dovreste posizionare una trappola per topi con esca ovunque troviate segni di nidificazione. Le trappole possono essere posizionate anche dietro a mobili ed elettrodomestici pesanti, negli armadi sotto i lavandini, lungo la base delle pareti del garage o della soffitta e sopra i mobili della cucina se non raggiungono il soffitto.

Come si fa a tenere i topi lontani da casa per sempre?

Una volta posizionate le trappole per i topi già presenti in casa, è il momento di concentrarsi sull’allontanamento di altri topi e altri roditori.

Tappate i buchi!

I topi possono entrare in casa attraverso piccole fessure grandi come una moneta da un euro. Il primo passo per eliminare i topi in modo naturale è probabilmente il più difficile: trovare e tappare i buchi all’esterno della casa. Prestate particolare attenzione ai punti in cui le linee elettriche (cavo, TV, ecc.) entrano in casa, alle prese d’aria di asciugatrici e ventilatori e alle fessure nei rivestimenti intorno a porte e finestre.

1. Fori per i tappi. I topi non mangiano il caulk, quindi usatelo per riempire piccole fessure o crepe. Per i fori più grandi, tuttavia, il calafataggio deve essere supportato. I topi non riescono a masticare la lana d’acciaio, quindi inseritela nelle grandi fessure prima di procedere al calafataggio. È possibile utilizzare anche un maniglione.

2. Chiudere bene le porte. Lasciare la porta socchiusa quando si è in giardino è un invito aperto ai topi. Tenete le porte chiuse e assicuratevi che siano ben sigillate. Aggiungete le guarnizioni dove necessario: se può entrare una corrente d’aria, può entrare anche un topo.

3. Utilizzare porte elettroniche per animali domestici. Le porte per animali domestici facilitano l’accesso ai topi e al cane o al gatto. Se volete la comodità, optate per una porta automatica che si apre solo quando viene attivata da un microchip sul collare dell’animale.

Manutenzione del giardino

I topi che vivono all’aperto si rifugiano in casa quando il tempo è freddo o umido. Un buon modo per evitare che i topi entrino in casa è quello di rendere il giardino meno attraente per loro. Questo significa tagliare e curare regolarmente il giardino, oltre a raccogliere i detriti delle tempeste e gli oggetti che potrebbero fornire un riparo ai topi. Potate anche gli arbusti intorno alle fondamenta della casa. Assicuratevi inoltre di sigillare i bidoni della spazzatura o del riciclaggio all’aperto, in modo che i topi non vedano la vostra casa come un buffet a volontà.

Provate gli oli essenziali

Ci sono odori che non piacciono ai topi. La menta piperita è uno di questi e ha il vantaggio di scoraggiare molti altri parassiti domestici. Provate ad aggiungere l’olio essenziale di menta piperita ai vostri detergenti per la casa o a diffonderlo nei vostri scaldavivande.

L’odore della canfora respinge anche i topi. A molti non piace nemmeno l’odore. Quindi, anche se probabilmente non è consigliabile utilizzarla nelle aree abitative della casa, la canfora funziona molto bene in luoghi poco frequentati come soffitte e capannoni. Provate ad aggiungere una manciata di naftalina a un vecchio calzino e ad appenderlo vicino alle finestre di queste zone.

Fateli morire di fame!

I topi non hanno bisogno di molto cibo per sopravvivere. Infatti, possono vivere con soli 3 o 4 grammi di cibo al giorno. Quindi, quelle che a voi sembrano briciole sul pavimento, per loro sono quasi un banchetto. Se non trovano briciole in giro, i topi rosicchiano volentieri le scatole di cartone o altre confezioni di cibo per arrivare a quello che c’è dentro. Quindi, anche se una pulizia accurata non elimina i topi, tenere in ordine la casa può aiutare a non attirarli.

Conservare i prodotti secchi in contenitori ermetici. (Come ulteriore vantaggio, contribuirete anche a prevenire le tarme della dispensa).

  • Gettate via vecchi giornali, riviste e altri oggetti che possono essere usati come lettiera per i topi.
  • Non lasciate i piatti sporchi nel lavandino.
  • Pulire i banchi dopo i pasti.
  • Spazzate la cucina ogni giorno.
  • Raccogliete il cibo del vostro animale tra un pasto e l’altro.
  • Svuotate il cestino della cucina ogni sera.

Pulizia dopo un’infestazione di topi


Gli escrementi dei topi contengono batteri nocivi e talvolta parassiti. La loro pelliccia è spesso infestata dalle pulci. Pertanto, ogni volta che si riscontrano segni che indicano la presenza di un topo in casa, è necessario procedere a un’accurata pulizia e disinfezione. Per prima cosa, pulire l’area con acqua e sapone per rimuovere lo sporco, quindi applicare un disinfettante per eliminare gli agenti patogeni. Assicuratevi di indossare guanti monouso e di utilizzare materiali che possono essere gettati dopo l’uso per evitare di diffondere germi in tutta la casa.

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie