in ,

Come fare il concime di ortica: quale ricetta usare per un fertilizzante naturale e innocuo?

L’ortica o Urtica dioica è una pianta che si diffonde facilmente e può competere con le vostre colture.

Può crescere ovunque grazie alla sua adattabilità. Tuttavia, ha le sue virtù: il succo ottenuto dalla fermentazione può essere utilizzato come fertilizzante naturale o addirittura come insetticida. L’ortica è una pianta molto ricca di minerali, azoto e vitamine A, B1, B5, C, D, E e K, nonché di oligoelementi. Perché non usarlo per produrre un fertilizzante naturale per le nostre colture?

Fare il concime di ortica

Esistono due metodi per preparare il concime di ortica: un metodo rapido e uno lungo. Si inizia raccogliendo le ortiche con un abbigliamento adeguato. Evitate di raccogliere quelle ai bordi delle strade e in altri luoghi dove le piante possono aver assorbito e contenuto sostanze chimiche.

Metodo rapido per la preparazione del concime di ortica

Per preparare il liquame di ortica con il metodo rapido, si mettono a bagno 28 g di ortica in 240 ml di acqua bollente per 20 minuti. Filtrate e il vostro impasto è pronto. Il succo deve essere diluito 1:10, poiché è molto concentrato e può bruciare le piante se applicato direttamente.

Metodo a lungo raggio per la produzione di purina di ortica

È possibile ottenere la purina di ortica anche per fermentazione. Per questo è necessario un contenitore grande. Inserite le foglie e i gambi che avete accuratamente schiacciato. Aggiungete acqua a ¾ del contenitore e mettete la miscela in un luogo soleggiato. Mescolare ogni giorno con un mestolo.

Lasciare fermentare per una o tre settimane. Quando smette di gorgogliare, il succo è pronto.

Utilizzo del concime di ortica

È necessario filtrare il succo ottenuto dalla fermentazione. Per l’annaffiatura delle piante, è necessario diluire a 1/10. Per un’applicazione diretta sulle foglie, la diluizione sarà di 1/20, cioè 1 litro di purina per 20 litri.

Si consiglia di utilizzare l’acqua piovana sia per la fermentazione che per la diluizione, per evitare la presenza di cloro nel prodotto.

È inoltre consigliabile iniziare con dosi basse e aumentarle gradualmente osservando le reazioni delle piante.

Controllo degli afidi con il concime di ortica

Il concime di ortica è anche un efficace repellente per gli afidi. Si prepara una soluzione a bassa concentrazione come un fertilizzante e si spruzza direttamente sulle colonie di insetti come gli afidi finché le piante non ne sono libere.

La regola generale è di provare una dose bassa su alcune piante per vedere cosa succede e come reagiscono le piante prima di diffonderla a tutte le piante infette.

Conservare il concime di ortica

Potete conservare il succo in contenitori ermetici e utilizzarlo quando ne avete bisogno. Si può preparare anche durante tutto l’anno, purché si abbiano piante di ortica in giardino.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie