in ,

Come posso potare la lavanda dopo la fioritura in modo che fiorisca di nuovo tra un anno?

Volete potare la lavanda del vostro giardino in modo efficiente? Scoprite come in questo articolo.

È importante scegliere il momento giusto e applicare la tecnica corretta affinché la lavanda fiorisca l’anno successivo. Anche la varietà di lavanda deve essere presa in considerazione prima della potatura.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Cinzia Stella (@cinzia.stella.marini)

Quando potare la lavanda?

Il momento ideale per potare la lavanda è dopo la fine della fioritura, ma è una pianta che perdona. Tutte le lavande fioriscono sugli steli cresciuti nell’anno in corso. Ciò significa che la potatura può essere effettuata all’inizio o a metà primavera senza sacrificare i fiori ancora in fiore.

La potatura in primavera può ritardare la crescita, il che potrebbe essere la vostra preferenza, ed è un buon momento per rimuovere le parti morte e accorciare la crescita dei germogli. La potatura a fine estate o all’inizio dell’autunno, prima delle prime gelate, favorisce una buona circolazione dell’aria, che protegge dai marciumi. Quindi, se avete tempo, il piano migliore è quello di potare due volte l’anno, può essere utile per la vostra pianta.

Potatura delle giovani piante di lavanda

La potatura in questa fase iniziale serve a incoraggiare la nuova crescita e a sviluppare una bella forma a cumulo. È utile tagliare le punte della nuova crescita per aiutare la pianta a diventare cespugliosa.

Non è necessario procedere alla potatura primaverile quando la lavanda è solo al primo anno.

  • Con un paio di forbici pulite e affilate, tagliate ogni stelo a un terzo per rimuovere i fiori e parte della crescita verde dello stelo.
  • Non potate la pianta in modo “duro” verso la base legnosa del fusto. È fondamentale lasciare molto verde sugli steli quando le piante sono giovani.
  • Cercate di creare una forma a cupola uniforme lasciando gli steli più lunghi al centro e accorciandoli gradualmente man mano che vi spostate verso i bordi esterni della pianta.
  • Dopo la potatura della lavanda, è possibile ottenere una seconda ondata di fiori. Potateli allo stesso modo una volta terminati, ma fatelo ben prima dell’arrivo del freddo autunnale.

 

Potatura delle piante di lavanda consolidate

Potare pesantemente la lavanda consolidata, tagliando tutti gli steli di almeno un terzo dopo che la pianta ha terminato la fioritura stagionale. Le cesoie sono meno precise dei potatori manuali, ma fanno risparmiare tempo e possono essere necessarie per creare o mantenere una siepe di lavanda.

Potatura di vecchie piante di lavanda

Continuare a potare pesantemente le piante vecchie. Si può provare a ringiovanire potando appena sopra il terzo nodo. Una buona regola è quella di contare fino alla terza gobba rialzata da cui crescono le foglie sopra la parte legnosa, e poi tagliare appena sopra. Se siete fortunati, i tre nodi e alcuni nodi nascosti sepolti nel legno si sveglieranno e cresceranno per voi.

Linee guida per varietà specifiche

Identificando la varietà di lavanda e adattando le dimensioni a quel tipo di pianta, si otterrà un maggiore profitto. Esistono tre tipi comuni di lavanda.

Lavandula angustifolia

Questa lavanda ha steli singoli senza foglie e spighe compatte. In genere cresce poco e ha una forma compatta e a cumulo. Fiorisce dalla tarda primavera all’inizio dell’estate. Se questa varietà di lavanda viene potata leggermente subito dopo la prima fioritura, probabilmente fiorirà di nuovo a fine estate. Dopo questa seconda fioritura, una potatura completa, di solito a fine agosto, la preparerà all’inverno per favorire una maggiore fioritura in primavera.

Lavandino x intermedia

Gli steli e le punte sono più lunghi di quelli della lavanda inglese. I lavandini sono a cumulo, con lunghi steli che tendono ad allargarsi dal centro. I lavandini fioriscono da metà a fine estate e una potatura completa dopo la lunga stagione di fioritura preparerà la pianta all’inverno. A causa dei lunghi steli, è necessario potare a metà della dimensione della pianta.

Lavandula stoechas

La lavanda spagnola ha una spiga di fiori corta e piena con petali aperti in cima, che la distingue dalle altre tipologie. La Lavandula stoechas è così fragile che dovrebbe essere potata leggermente, mai troppo vicino alla base, subito dopo la prima fioritura. Quindi procedere con una leggera cimatura, rimuovendo i fiori esauriti e modellando per il resto della stagione. Una potatura un po’ più vigorosa può essere effettuata a fine agosto per preparare la pianta all’inverno e favorire la fioritura.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie