in ,

L’ombreggiamento delle piante durante l’ondata di calore è davvero efficace?

Con l’aumento delle temperature e la siccità, è essenziale proteggere le piante dalle bruciature.

Con l’ondata di calore, le piante soffriranno. È quindi necessario proteggerli per evitare che si brucino. Come fare per mantenerli in salute? Si può optare per l’annaffiatura, la potatura o anche la messa all’ombra. Per saperne di più, leggete questo articolo.

Dove collocare le piante?

La temperatura a livello delle radici può facilmente salire a 40°C durante un’ondata di calore. Con questo caldo, le radici possono bruciare e la pianta può soffrire e morire. Questo perché le piante non possono sopportare un tale aumento di temperatura. Si consiglia di collocare le piante in un’area ombreggiata o di mettere un’ombra sopra di esse per proteggerle.

L’ombra di un albero è adatta a proteggere le piante del giardino. Potete anche posizionarli su una terrazza ombreggiata o sotto un ombrellone.

Ma non sono solo le piante da esterno a risentire dell’aumento della temperatura. Anche le piante da interno potrebbero non essere in grado di sopportare il caldo. È consigliabile collocarli in una stanza fresca, come il bagno, per ridurre l’evapotraspirazione.

Come proteggere le piante dalle ondate di calore?

Per creare ombra e proteggere le piante, potete installare delle vele ombreggianti al posto degli alberi. Si possono installare casse rovesciate nell’orto o pergole con fiori.

Un forte aumento della temperatura accelera l’evaporazione e provoca una rapida disidratazione delle piante. A tal fine, è necessario proteggere il terreno per ridurre la perdita d’acqua, spargendo della pacciamatura. Potrete mantenere l’umidità sotto la pacciamatura e le piante avranno un facile accesso all’acqua. Come pacciame si può usare materiale organico, erba secca tagliata, paglia, felci o pacciame minerale come scaglie di ardesia, pozzolana e ciottoli decorativi. È preferibile la pacciamatura organica, che fornisce sostanze nutritive e minerali alle piante.

Come posso innaffiare le mie piante durante un’ondata di caldo?

Se l’irrigazione è importante in tempi normali, lo è ancora di più durante un’ondata di calore. L’acqua di cui le piante hanno bisogno per compensare le perdite per evaporazione deve essere resa disponibile alle radici. L’offerta deve essere ben gestita. Anche l’eccesso d’acqua può uccidere la pianta, così come la mancanza d’acqua.

È necessario annaffiare solo quando il substrato è asciutto. Per gestire bene questa irrigazione, si consiglia un sistema automatico o l’irrigazione a goccia. Si tratta di un metodo per fornire l’acqua necessaria senza il vostro intervento. Il metodo più semplice consiste nel procurarsi una borraccia da 1,5 litri e riempirla d’acqua. Si fora il tappo e lo si mette a testa in giù nel terreno. Fate un buco sul fondo per far passare l’aria e l’acqua uscirà lentamente per inumidire il terreno.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Tiziano Codiferro (@tizianocodiferro)

 

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie