in ,

Orchidee: consigli per farle durare più a lungo

L’orchidea è una pianta d’appartamento molto apprezzata per la sua grazia e la sua bellezza esotica.

Quando fiorisce, è in grado di valorizzare qualsiasi stile decorativo. Sebbene sia generalmente facile da curare, questa specie vegetale può deteriorarsi rapidamente quando le condizioni non sono adatte. In questo caso, perde i petali o non riesce a rifiorire. Le foglie possono diventare gialle o nere. Fortunatamente è possibile evitare questi danni. Utilizzate i seguenti consigli per far durare le vostre orchidee ancora più a lungo.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Federica Puccini (@federica.puccini)

Collocare l’orchidea in un ambiente adatto

Come tutte le piante esotiche, l’orchidea non tollera il freddo. Non può sopravvivere a lungo a temperature inferiori a 15°C. Se si apre la finestra in inverno o durante i periodi di vento, spostarla per evitare il contatto con le correnti d’aria fredda. Quando arriva l’estate, potete metterlo in terrazza o in giardino per fargli prendere il sole. Luce e calore naturale sono la combinazione migliore per favorire la nuova fioritura. Posizionatela in un luogo leggermente ombreggiato e in alto per proteggere le sue foglie delicate e per evitare lumache e limacce.

Adottare il giusto approccio all’irrigazione

Pur amando l’umidità, le orchidee non amano l’acqua eccessiva o i ristagni d’acqua. Quando si innaffia, quindi, bisogna evitare di essere pesanti. L’ideale sarebbe spruzzare la pianta con acqua filtrata e non limacciosa da un flacone spray o da una bottiglietta. Potete anche passare il vaso sotto il lavandino una volta alla settimana e far scorrere l’acqua rapidamente. Evitate di annegare le radici, perché sono ancora sensibili all’umidità. A tal fine, è possibile svuotare il vaso e svuotare regolarmente il sottovaso.

Utilizzare un buon fertilizzante

L’orchidea cresce molto lentamente, ma è comunque molto golosa. Per crescere e fiorire correttamente, ha bisogno di fertilizzanti speciali per piante verdi. Deve essere alimentato almeno ogni due settimane in estate e ogni mese in inverno. Controllate attentamente la quantità di fertilizzante utilizzata. Potete aggiungere ai piedi dell’orchidea la metà della quantità di fertilizzante indicata sulla confezione.

Rinvaso regolare

L’orchidea ha un complesso sistema di radici aeree. Per questo motivo, deve essere collocata sopra un substrato composto da corteccia di pino, torba e palline di argilla. Con l’aggiunta di fertilizzanti, questi materiali si degradano nel tempo. Si accumulano nelle radici e possono interferire con esse. Per evitare ciò, è necessario rinvasare regolarmente l’orchidea. Questa operazione può essere effettuata ogni due o tre anni. Cambiare le dimensioni del vaso ogni volta che si rinvasa per permettere alle radici di arieggiare e crescere.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie