in

Perché una canzone ci rimane in testa?

Vi siete mai sentiti intrappolati da quella canzone che continua a suonare nella vostra testa?

Che sia piacevole o spiacevole, la psicologia lo spiega molto bene e lo chiama Earworm. Scoprite qui le ragioni che possono giustificare questa insistenza melodica.

Un problema strutturale del cervello

Va detto che l’earworm è un fenomeno straordinario. Nonostante i numerosi studi ed esperimenti condotti su di essa, continua a stupire coloro che la sperimentano. Tuttavia, non tutti sono così sensibili a questo fenomeno musicale, che è spesso influenzato dalla formazione cerebrale di ciascun individuo e soprattutto dallo spessore della corteccia.

Più grande è la corteccia, meno sensibile è l’individuo all’Earworm. Non tutti reagiscono allo stesso modo ai tarli auricolari. Mentre alcuni lo percepiscono come divertente, altri si irritano per la costante ripetizione della canzone.

Più grande è la corteccia, meno sensibile sarà l’individuo al tarlo dell’orecchio. Non tutti reagiscono allo stesso modo ai tarli auricolari. Mentre alcuni lo percepiscono come divertente, altri si irritano per la costante ripetizione della canzone.

Lungi dall’essere solo una questione di allenamento del cervello, l’earworm è anche una questione di struttura. Secondo i ricercatori psicologici, l’earworm è un fenomeno che attiva le connessioni cerebrali. Questi sono legati alla percezione, ai tumulti, alla reminiscenza e ai pensieri istantanei.

Naturalmente, le parole di una canzone vengono assimilate più rapidamente se la ascoltiamo più volte, se la ripetiamo o se siamo esposti alla stessa musica. Si tratta di condizioni che mantengono il cervello vigile.

Ansia elevata e memorizzazione involontaria

Anche lo stress è un fattore che fa reagire il cervello in un certo modo. Per alcune persone, lo stress invia un messaggio al cervello, che a sua volta ricorda le canzoni. Questo per alleviare lo stress. È una soluzione riflessa per sfuggire ai sentimenti negativi.

Vi siete mai sentiti intrappolati da quella canzone che continua a scorrere nella vostra testa?
La canzone occupa costantemente i vostri pensieri in tutte le situazioni di stress: Matrimoni, divorzi, ecc. Il flusso di musica nel cervello è incontrollabile, o almeno involontario. Si tratta della cosiddetta memoria involontaria. La musica può essere prodotta in modi diversi, che chiamiamo stimoli multisensoriali. Quindi è spesso composto in modo intimo ed emotivo, e dovete sapere che quando qualcosa ci tocca profondamente, è più facile ricordarlo.

Avere una canzone fissa in testa è un evento inevitabile per chi ascolta sempre la stessa musica. Il cervello umano, insieme a fattori specifici come lo stress, è responsabile di questo fenomeno noto come “earworming”.

 

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie