in ,

Potatura autunnale della lavanda: come e quando farla?

Scoprite i diversi metodi e consigli per una corretta potatura della lavanda.

Pensate che potare la lavanda sia un gioco da ragazzi? Ripensandoci, la potatura può danneggiare la pianta se non si sa come eseguirla correttamente. Ci sono alcune tecniche semplici e pratiche da conoscere per ottenere una bella fioritura nella stagione successiva. Queste tecniche possono essere applicate agli arbusti legnosi in autunno.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par @progetto_lavanda

Perché la lavanda dovrebbe essere potata?

La potatura della lavanda non è un’opzione, ma dovrebbe essere effettuata anche nel primo anno. È necessario per garantire il corretto sviluppo della pianta. Ecco alcuni dei benefici che si possono ottenere dalla potatura:

  • Garantire la longevità della lavanda: la potatura della lavanda le permette di fiorire maggiormente. Inoltre, la pianta sarà più sana e resistente a vari problemi come pioggia, funghi o malattie. Una pianta di lavanda ben curata può sopravvivere fino a 20 anni.
  • Migliorare l’estetica della pianta ornamentale: se volete rendere più uniforme il bordo del vostro giardino, dovreste potare la lavanda molto spesso. Ad esempio, si può potare a palla o a semisfera per abbellire i vialetti del giardino.
  • Ottimizzare la fioritura: più si pota la lavanda, più nuova crescita si avrà. Questo perché la potatura incoraggia la pianta a fiorire di più e in modo più abbondante.

Quando si può potare la lavanda?

La lavanda può essere potata in diversi periodi dell’anno. Tuttavia, il momento ideale è tra l’inizio e la fine del periodo di fioritura. Ecco alcuni consigli che possono aiutarvi a scegliere il momento giusto.

In primavera

La primavera è l’inizio di un lungo periodo di fioritura. Per conferirgli una qualità estetica, tagliate 1/3 della pianta. Si può tagliare nella forma desiderata. La potatura in questo periodo stimola la fioritura.

La potatura primaverile è riservata principalmente alle piante mature. Dovrebbe essere fatto una o due volte l’anno. Tuttavia, evitate di potare la lavanda in autunno se è già troppo tardi, perché potrebbe indebolire la pianta.

In estate

La seconda potatura deve essere effettuata dopo la fioritura. In questo periodo, l’obiettivo è liberarsi delle foglie e dei fiori appassiti.

Per le piante giovani, la potatura durante la prima estate è molto importante. Se non si pota la lavanda, essa trarrà tutte le sue risorse dalla fioritura. Tuttavia, il primo anno di vita della pianta dovrebbe essere concentrato sul suo sviluppo. In questo periodo si devono effettuare fino a 3 potature e non si deve permettere alla pianta di fiorire.

Buono a sapersi

Prima di illustrarvi le diverse tecniche di potatura, dovete sapere che queste possono cambiare a seconda del vostro obiettivo. Se la lavanda viene utilizzata per decorare i bordi del giardino, deve essere potata spesso per ottenere una forma armoniosa. Tuttavia, se lo scopo è quello di produrre oli essenziali, la potatura si effettua solo una volta all’anno.

Tecniche per una corretta potatura della lavanda

Per tagliare la lavanda, utilizzate un paio di forbici intelligenti. In questo modo sarà possibile tagliare i singoli steli in una sola volta. Ecco alcune tecniche per mostrarvi come fare.

Potatura di formazione

Questa prima tecnica viene utilizzata per le giovani piante in pieno sviluppo.

Potatura di manutenzione

Si tratta di rimuovere le foglie morte e gli steli appassiti che ostacolano l’estetica del fiore.

Potatura di ringiovanimento

Quest’ultima tecnica consiste nel potare la pianta alla base per eliminare i rami vecchi e attivare la ricrescita.

Alcuni consigli da mettere in pratica

  • Non tagliare l’intero ramo, ma potare solo gli steli o i fiori.
  • Non toccare la parte verde della lavanda. Concentratevi solo sugli steli o sui fiori appassiti.
  • Per le lavande di piccole dimensioni, è possibile tagliarle stelo per stelo. Se i gambi sono più grandi, raccoglieteli in una mano e con l’altra tagliateli un po’ alla volta con le cesoie.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie