in ,

Quando applicare il concime autunnale al prato?

Verso la fine della stagione estiva, è necessario riprendere la manutenzione del prato, tra cui merita particolare attenzione la concimazione.

In estate il prato è molto frequentato. Il calpestio del prato può provocare la calvizie. Quando l’area verde è esposta alla luce intensa del sole, i fili d’erba possono bruciarsi e scolorirsi fino a diventare di colore giallastro o marrone. A causa di tutte queste aggressioni esterne, è più che necessario nutrire il prato. Dopo l’estate, come concimare il prato? Quale concime utilizzare e come applicarlo in autunno?

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Igers®Padova (@igers.padova)

Perché concimare il prato in autunno?

L’autunno è il momento ideale per iniziare a concimare il prato. Il prato ricomincia a crescere e l’aggiunta di fertilizzanti gli fornisce tutti i nutrienti essenziali. Anche la concimazione contribuisce a ravvivare la sua giovinezza. Questa fase è importante anche per preparare il vostro spazio verde all’arrivo dell’inverno.

Concimazione autunnale: quale concime scegliere?

Per ravvivare il prato e ridargli un aspetto gradevole dopo una serie di ondate di calore, è necessario assicurarsi di scegliere il concime giusto per la concimazione. I benefici dei fertilizzanti dipendono interamente dalla loro composizione in elementi nutritivi. Per evitare problemi di carenza e per combattere l’inaridimento, sono particolarmente consigliati i fertilizzanti ricchi di vari minerali.

Ecco i tre principali minerali di cui il prato ha bisogno:

  • Azoto: dà impulso alla crescita delle foglie;
  • potassio: migliora la robustezza della pianta e la sua resistenza alle malattie
  • Fosforo: favorisce lo sviluppo dell’apparato radicale e fornisce un forte vigore alla pianta.

Per nutrire il vostro prato, potete ammendare il terreno utilizzando del compost naturale al 100%. Per farlo, mescolate letame, sabbia, torba e terra del giardino.

Concimazione autunnale: quando farla?

Come qualsiasi altra pianta, il prato ha bisogno di cure particolari per prepararsi all’inverno. È importante effettuare una concimazione il cui obiettivo principale è migliorare la resistenza alle temperature estreme. Si tratta di un processo da non trascurare per avere un prato folto e verde.

La concimazione deve essere effettuata in autunno, preferibilmente a settembre. In questo modo il prato avrà il tempo necessario per crescere e rafforzarsi prima dell’inverno. La concimazione deve essere effettuata su erba asciutta. Assicuratevi quindi di farlo prima dell’arrivo delle piogge.

Concimazione autunnale: come applicare il concime?

Il concime può essere applicato sul prato a mano o con uno spandiconcime. Tuttavia, per una concimazione di successo, è più consigliato l’uso di uno spandiconcime, in quanto questo dispositivo fornisce un risultato omogeneo degno di un professionista. Lo spandiconcime disperde il fertilizzante in modo uniforme e facilita la concimazione, che è un compito noioso. È consigliabile spargere il concime secondo uno schema a griglia: prima in lunghezza e poi in larghezza.

Per garantire che la concimazione del prato avvenga senza problemi, seguite i passaggi indicati di seguito:

  1. Tagliare prima il prato e poi attendere 48 ore prima di tagliarlo di nuovo;
  2. Concimare il prato. Assicuratevi che il prato sia asciutto e che ci sia poco flusso d’aria per evitare che il concime si sposti;
  3. Per garantire una distribuzione uniforme del concime, non dimenticate di chiudere il portello quando siete fermi;
  4. Infine, attendere 48-72 ore prima di irrigare il prato, rispettando i seguenti valori: 5 mm/m2. Si può fare a meno di questa fase se piove.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie