in

Sapete perché le cicale cantano?

Le cicale sono insetti appartenenti alla famiglia delle cicadidae. In realtà esistono migliaia di specie di cicale.

Secondo un antico mito greco, in origine erano uomini che cantavano con piacere ed erano quindi un simbolo della poesia e della musica. Cosa spiega davvero il canto di questi insetti?

Quando cantano le cicale?

Le cicale cantano solo con il caldo. Le loro membrane diventano flessibili, il che facilita l’emissione di suoni. Più il caldo è intenso, più le cicale cantano forte. Questo è possibile solo quando il clima supera i 22 gradi centigradi.

Quale categoria di cicala canta e perché?

Questa capacità di creare cimbali non è data alle femmine. È riservata ai soli maschi. In una storia d’amore sinfonica, i maschi delle cicale cantano in coro per attirare le femmine.

Sono infatti insetti dal carattere lussurioso. Cantano per attirare le femmine e corteggiarle per la riproduzione. Possono anche cantare per respingere altri insetti maschi.

Le cicale cantano anche per annunciare la presenza di un predatore. Il predatore può essere una formica, una cavalletta, una vespa, una mantide religiosa, ecc. Hanno la capacità di chiamare fino a 900 volte al secondo.

Se si ascolta attentamente, si possono sentire le loro bellissime sequenze di suoni sincronizzati. Il suono delle cicale proviene dai cimbali. Le cicale non cantano, ma cinguettano.

Il canto della cicala ha un’altra funzione?

Le cicale hanno la funzione di annunciare le giornate di sole attraverso il loro canto. Durante i mesi estivi, il canto delle cicale si fa sentire con sempre maggiore frequenza. Il motivo è che c’è il sole e la temperatura è molto alta. Quando soffia il vento o la temperatura è inferiore a 22°C, ad esempio, smettono di cantare. Sono quindi ancora ottimi annunciatori di bel tempo attraverso l’emissione dei loro suoni.

Dove vivono le cicale?

Le cicale sono insetti che di solito vivono sottoterra o nel terreno come larve. Quando lasciano il terreno, vivono in zone calde come l’Africa subsahariana, in alcuni paesi caldi del Mediterraneo .

Durante i loro ultimi anni di vita, si rifugiano sui gambi dei fiori, sugli alberi, sui cespugli, ecc. Anche le foreste, le fitte boscaglie, le pinete e la vegetazione cespugliosa forniscono un riparo. Questi insetti si nutrono della linfa degli arbusti o degli alberi.

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie