in ,

Siete sicuri di avere una lavastoviglie pulita? Fate queste cose?

Sapete quanto è pulita la vostra lavastoviglie e come mantenerla correttamente? I nostri consigli.

Da quando il mondo della cucina si è modernizzato, alcune attrezzature sono diventate indispensabili. Uno di questi è la lavastoviglie. Questo apparecchio vi semplifica la vita occupandosi della pulizia di piatti, argenteria e bicchieri. Rimuove i residui di cibo e i batteri in modo da poterli riutilizzare in tutta sicurezza. Da quando hai il tuo, lo pulisci come meglio credi. Ma lo state facendo nel modo giusto? Lo è se si applicano i nostri consigli qui di seguito.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Chiara Serafino (@kiaraserafino)

Perché fare la manutenzione e la pulizia della lavastoviglie?

Le lavastoviglie sono elettrodomestici pratici, ma molte persone ne trascurano la manutenzione e la pulizia. Batteri e microrganismi possono trovare casa nella lavastoviglie e quindi alterarne l’efficienza. Possono persino contaminare le stoviglie da lavare e generare odori sgradevoli. Cosa fare, quindi, per mantenere il vostro apparecchio pulito e in perfette condizioni? Ecco alcune cose da fare.

Come pulire la lavastoviglie

La pulizia della lavastoviglie è principalmente una questione di igiene e sicurezza alimentare. È necessario mantenerlo pulito per ottimizzarne il funzionamento. Per la manutenzione della lavastoviglie è necessario seguire una serie di passaggi e farlo regolarmente. L’obiettivo è quello di eliminare i residui di detersivo e le concentrazioni di cloruro derivanti dai cicli di lavaggio che favoriscono la crescita dei batteri.

Per cominciare, è necessario rimuovere e sciacquare il filtro e il cestello con acqua e sapone. L’ideale è utilizzare acqua pressurizzata. Queste parti dell’apparecchio sono di solito la causa dei cattivi odori.

Continuare a pulire le eliche con la stessa procedura. È possibile utilizzare una piccola spazzola per strofinare e raggiungere gli angoli più difficili da raggiungere.

Per la porta e le pareti della lavastoviglie è necessario l’aceto. Prendete una spugna e imbevetela abbondantemente con questo detergente per cucina. Utilizzare il detergente per strofinare e rimuovere gli accumuli di calcare sulla superficie delle pareti interne dell’apparecchio. In questo modo si eliminano anche i cattivi odori. Successivamente, pulire le fughe con la spugna all’aceto per rimuovere i residui di sporco accumulatisi.

Durante questo processo, fare attenzione a non danneggiare la struttura e i componenti di questa attrezzatura da cucina.

Come mantenere la lavastoviglie in modo efficace?

Seguendo questi consigli, potrete avere una lavastoviglie pulita. Tutto ciò che dovrete fare in seguito è mantenerlo pulito. Come si fa? È necessario ripetere e applicare l’intero processo di pulizia spiegato sopra più volte e con maggiore regolarità. Bisogna anche fare le cose giuste, come non lasciare i piatti sporchi nella lavatrice per troppo tempo. Inoltre, assicuratevi di rimuovere i residui di cibo dalle stoviglie sporche prima di inserirle nella macchina, per evitare di sporcare ulteriormente la macchina.

Per precauzione, è consigliabile eseguire un lavaggio a vuoto mensile della lavastoviglie con aceto, acido citrico o bicarbonato di sodio. Questi ingredienti sono noti per le loro proprietà anticalcare e deodoranti e vengono utilizzati per varie applicazioni, come lo sgrassaggio del forno.

Per mantenere sempre pulite le vostre apparecchiature, potete aggiungere il succo di mezzo limone a ogni lavaggio. Questo ha un effetto sgrassante e aiuta a prevenire i cattivi odori. Si può anche usare il sale per lavastoviglie. Si tratta di un prodotto speciale utilizzato per assorbire il calcare presente nell’acqua di lavaggio. Di tanto in tanto, si dovrebbe anche controllare che i componenti dell’apparecchio siano in buone condizioni di funzionamento. In questo modo si garantisce una maggiore durata e utilizzo dell’apparecchio.

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie