in ,

Un giardino senza manutenzione: come e con cosa piantarlo, per godersi solo il relax?

Sapevate che potete avere un giardino senza curarlo costantemente ogni giorno? È possibile se si fanno le cose giuste.

Non c’è dubbio che il giardinaggio richieda tempo e investimenti. Ci sono diversi compiti che devono essere svolti se si spera di far risaltare la magnificenza del proprio giardino. Può sembrare noioso e restrittivo. Tuttavia, è anche possibile avere un giardino senza doverlo mantenere costantemente. Che cosa significa? Si tratta di semplificare il lavoro in modo da ridurre al minimo la manutenzione. Come si può ottenere questo risultato? Le risposte in questo post.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par Andreas Stihl S.p.a. (@stihl_italia)

È necessario ridurre al minimo il prato del giardino per avere meno manutenzione!

La manutenzione del prato può sembrare restrittiva sotto molti aspetti. Per alcuni, richiede un’annaffiatura e una falciatura costanti per mantenerla sempre verde e ordinata. Tuttavia, è possibile ridurre al minimo la manutenzione. Ad esempio, non è necessario tagliare il prato ogni settimana. È possibile farlo meno spesso tagliando il prato più alto anziché a filo del terreno.

Per un giardino senza manutenzione, scegliete piante resistenti!

Se volete fare meno giardinaggio e godervi di più i vostri spazi verdi, dovete scegliere le piante più facili da coltivare. Mantenete la semplicità, evitate le piante termofile che devono essere svernate. Optate invece per varietà più robuste che crescono senza cure specifiche, senza concimazioni sistematiche e senza modificare ogni volta il pH del terreno. Ad esempio, optate per piante più o meno autoctone che si adattano bene al terreno del vostro giardino.

Giardini e arbusti a bassa manutenzione

Se preferite gli alberi e gli arbusti alle aiuole, scegliete le varietà che richiedono una manutenzione minima. In questo caso, è meglio scegliere piante che non necessitano di potature costanti con le forbici e che possono fiorire nella loro forma naturale. Se necessario, cercate varietà che vi piacciano e che siano facili da coltivare, come: crespino, ortensia, pungitopo, lillà, ruta, olivello spinoso o weigela.

Le piante perenni, una scommessa sicura per un giardino senza manutenzione

In genere si pensa che sia meglio coltivare le annuali per fare meno giardinaggio. È vero che queste piante possono essere seminate e crescere da sole. Alcune possono anche essere riseminate e durare fino all’anno successivo.

Tuttavia, rispetto alle piante perenni, le annuali richiedono una maggiore manutenzione. Le varietà perenni richiedono meno lavoro. Possono prosperare in diverse condizioni climatiche. Si può optare per le piante tappezzanti, ad esempio, per creare un bel giardino pieno di fiori. Non solo sono gradevoli alla vista, ma limitano anche l’erosione del suolo e forniscono al terreno un microclima e una migliore umidità. Per non parlare del fatto che limitano la crescita delle erbe infestanti allo stesso modo di una pacciamatura scelta con cura. Questa opzione è semplicemente perfetta per un giardino a bassa manutenzione. Inoltre, le piante perenni hanno il vantaggio di essere disponibili in una varietà di colori e dimensioni.

Se avete bisogno di qualche idea, vi consigliamo: aquilegia, comfrey, daylily, hosta, geranio, margherita, iris, motherwort, lavanda, peonia, nontiscordardime, giaggiolo, achillea, salvia, erbe, iperico o tutte le erbe resistenti.

 

 

 

Valentina Trinca

Scritto da Valentina Trinca

Sono appassionato di parole, quindi diventare un editore web è diventato un obbligo. Non esito a condividere la mia opinione su tutti gli argomenti, inclusi animali, consigli quotidiani e notizie